HOME PAGE

 

 

ASSISTENZA LEGALE
CONSULENZA LEGALE ONLINE
APPUNTAMENTI
DOMICILIAZIONI
DOMANDE E RISPOSTE
ALTRE RISORSE

STUDIO LEGALE
AVVOCATI
PARLANO DI NOI
MAPPA DEL SITO
CERCA
LINKS

 
DOMANDE E RISPOSTE / LOCAZIONI
Cosa deve fare il locatore per recedere dal contratto?

Qualora il locatore di un immobile urbano adibito ad uso abitativo intenda recedere dal contratto deve darne avviso al conduttore almeno 6 mesi prima della scadenza fissata, mediante lettera raccomandata. Se si tratta di immobili adibiti ad uso non abitativo il termine prima della scadenza diventa di 12 mesi. In mancanza il contratto si intende tacitamente prorogato per un analogo termine (o per 2 anni se si tratta di contratto stipulato con l'ausilio delle associazioni rappresentative).

È bene ricordare che, alla prima scadenza, tanto per gli immobili urbani adibiti ad uso abitativo, quanto per gli altri, il recesso del locatore è previsto solo per i casi esplicitamente menzionati dalla legge (v. risposte specifiche: uso abitativo, uso non abitativo)

locazioni, indietro locazioni, avanti
AVVERTENZE:
I contenuti di questa pagina si riferiscono a fattispecie generali e non possono in alcun modo sostituire il contributo di un professionista qualificato.
Per ottenere un parere legale in ordine alla questione giuridica che interessa è possibile richiedere una consulenza legale on-line oppure fissare un appuntamento con un avvocato del nostro studio legale presso la sede di Milano o di Roma.
Gli autori declinano ogni responsabilità per errori od omissioni, nonché per un utilizzo improprio o non aggiornato delle informazioni contenute nel sito.